Casa Di Riposo Per Musicisti

Currently Closed
  • Address: Piazza Michelangelo Buonarroti, 29, 20149 Milan, Italy
    Map
  • Timings: 08:30 am - 06:00 pm Details
  • Phone: +39-024996009
  • Ticket Price: Free
  • Time Required: 01:00 Hrs
  • Tags: Museum, Historical Site, Family And Kids

Casa Di Riposo Per Musicisti - Review

This neo-Gothic house was the child of Italian composer Giuseppe Verdi. Recognising that not all of the country's esteemed elderly composers were as wealthy as he was, he had a home built for them. The house still has that function, though it also serves as a museum (paintings, furniture, gifts and artefacts), and as Verdi's lovely crypt. Yes, the great composer is buried here. Visitors come to pay their respects, and to see the personal effects, art, and home decor of the composer.

Casa Di Riposo Per Musicisti Information

  • While the crypt is open to the public, the museum room and the Great Room of Honor can only be visited by advance reservation.

Casa Di Riposo Per Musicisti Ticket Prices

  •  Donations are welcome.

How To reach Casa Di Riposo Per Musicisti by Public Transport

  • Bus NM1 stop Buonarroti M1
  • Subway 1 stop Buonarroti

Love this? Explore the entire list of things to do in Milan before you plan your trip.

Fancy a good night's sleep after a tiring day? Check out where to stay in Milan and book an accommodation of your choice.

TripHobo Highlights for Casa Di Riposo Per Musicisti

  • Casa Di Riposo Per Musicisti Address: Piazza Michelangelo Buonarroti, 29, 20149 Milan, Italy
  • Casa Di Riposo Per Musicisti Contact Number: +39-024996009
  • Casa Di Riposo Per Musicisti Timing: 08:30 am - 06:00 pm
  • Casa Di Riposo Per Musicisti Price: Free
  • Best time to visit Casa Di Riposo Per Musicisti(preferred time): 09:00 am - 05:00 pm
  • Time required to visit Casa Di Riposo Per Musicisti: 01:00 Hrs
  • Try the best online travel planner to plan your travel itinerary!
Are you associated with this business? Get in Touch

Things to Know Before Visiting Casa Di Riposo Per Musicisti

  • 0.34% of people who visit Milan include Casa Di Riposo Per Musicisti in their plan

  • 40% of people start their Casa Di Riposo Per Musicisti visit around 10 AM

  • People usually take around 1 Hr to see Casa Di Riposo Per Musicisti

Wednesday, Friday and Sunday

95% of people prefer to travel by car while visiting Casa Di Riposo Per Musicisti

People normally club together Casa Degli Omenoni and Teatro Studio Del Piccolo Teatro while planning their visit to Casa Di Riposo Per Musicisti.

* The facts given above are based on traveler data on TripHobo and might vary from the actual figures

Casa Di Riposo Per Musicisti Trips

Casa Di Riposo Per Musicisti, Milan Reviews

Google+
  • Da visitare!! anche per chi non ama la musica, per farne almeno una esperienza di grande umanità, che questo grande maestro ci insegna con la sua opera più grande. Funzionale anche come connubio tra anziani e giovani musicisti ... grandissimo verdi!!!

  • E' sempre stata lì, ci sarò passato davanti milioni di volte girando Milano, sapevo cosa fosse, sommariamente e superficialmente. Eppure sono Nato a Milano ma come tuti i milanesi ti accorgi di quello che hai nella tua città solo quando ci tocchi con mano. Il giorno 14/06/2018 con un gruppo di conoscenti l'abbiamo visitata, eravamo 15 persone. All'ingresso siamo stati accolti da una persona che poi ci ha fatto da guida, una donna molto educata, innamorata di Verdi, delle sue opere ma soprattutto di un lato della personalità del grande compositore che io non conoscevo. Mentre ci mostrava le varie stanze ricolme di oggetti, quadri, strumenti musicali appartenuti a Giuseppe Verdi o donati da altri grandi compositori o da amici o da Magnati amanti delle opere del Maestro, ben curati e ben disposti nelle varie stanze, ecco che dal racconto della nostra guida, oltre alle informazioni sulle stanze, sugli strumenti musicali o quant'altro oggetto presente, affiora un lato del grande compositore a me sconosciuto. Un grande Uomo nella vita privata molto attento e sensibile verso le persone più deboli o meno abbienti. Ho scoperto che dava lavoro nella sua tenuta a quasi tutto il paese di residenza. Un giorno uno dei suoi lavoratori si ammalò o si fece male lavorando, venne caricato su di un carro per essere trasportato all'ospedale dove vi giunse già morto per la distanza dell'ospedale dal luogo di lavoro. Verdi colpito da questo fatto volle e finanziò la costruzione dell' Ospedale Verdi di Villanova sull’Arda, per la cura di persone ammalate e indigenti della campagna piacentina. Altra sua attenzione alle persone indigenti lo portò a costruire sempre a sue spese Casa Verdi. E' una casa di riposo per cantanti e musicisti «che si trovino in povertà», fondata il 16 dicembre 1899 e situata a Milano in piazza Buonarroti 29. Nel suo testamento scrisse come volontà che la casa di riposo fosse aperta soltanto dopo la sua morte avvenuta il 27 Gennaio 1901 per non ricevere ringraziamenti o gratificazioni dagli ospiti della casa da vivo. Una sua frase che mi ha molto colpito, riferita a questa grande idea dell'aiutare il prossimo ed edificare la Casa di Riposo per musicisti è stata come una dedica: "per tutti quelli che nella loro vita non hanno potuto o avuto la fortuna di risparmiare.": Ecco, nella mia ignoranza sulle opere scritte e dirette dal Grande Maestro, ho scoperto chi fosse l'Uomo di tutti i giorni. Non è mai troppo tardi.

  • Non ci sono parole per descrivere quello che il grande Giuseppe Verdi ha fatto nella sua vita. Le sue opere, pur grandissime, restano comunque una parte minore. La Casa di riposo è l'espressione dell'altra faccia di un grande Verdi. La visita è stata fatta con una guida eccezionalmente preparata, come si addice al ruolo, ma soprattutto appassionata che ha messo in luce l'uomo sempre disposto ad aiutare il popolo sia culturalmente che offrendo lavoro e non elemosina.

  • Come affermato dallo stesso compositore, il grande Giuseppe Verdi, questa è la sua più grande opera. Situata in piazza Buonarroti, la Casa di Riposo per Musicisti - Fondazione Giuseppe Verdi, fu fondata nel 1899 dallo stesso Maestro, il quale ne fece dono prima della morte. La più grande opera, oltre che architettonica, lo è per il gesto umano avuto verso i suoi compagni di vita più sfortunati di Lui. Infatti, dai primi del 1902, ha ospitato più di mille musicisti e cantanti, che si trovavano, o si trovano in condizioni disagiate, per riposare e vivere tranquillamente nella loro casa. Molto bella esternamente e internamente. Visitandola, accompagnato dai volontari del Touring Club Italiano, ti immergi in una atmosfera di tranquillità, accompagnato dalla lieve musica generata dagli stessi ospiti. L'ingresso è gratuito, anche se è gradita una offerta. E' consigliatissima una visita.

  • Come una finestra su un giardino nascosto inaspettato e magico

Read all reviews